Viareggio Cup: i baby rosanero fanno 1-1 con la Lazio

La cronaca del match


Partita estremamente nervosa quella che ha visto di scena allo stadio "Bresciani" di Viareggio Palermo e Lazio giocarsi il tutto e per tutto nelal seconda giornata della Viareggio Cup. Il Palermo riesce a pareggiare una partita che meritava sicuramente di vincere, soprattutto per il gioco espresso nel secondo tempo. Di seguito la cronaca del match nel dettaglio:

PRIMO TEMPO: squadre che si affrontano per la 5^ volta in stagione allo stadio "Bresciani" di Viareggio. Comincia bene il Palermo rispetto all'esordio, dove contro il Guaranì aveva fatto vedere sin dall'inizio una certa inferiorità a livello tattico. I baby rosanero sin dai primi minuti riescono a tenere testa ad una buona Lazio pronta a colpire sulle fasce con i suoi uomini migliori. Dopo una breve fase di studio inizia a regnare l'equilibro con le squadre che si annullano e non riescono ad organizzare del gioco pulito, ma si "scambiano" continui passaggi lunghi che non sono mai buoni per nessuno. Per vedere la prima occasione degna di nota, e di marca biancoceleste, bisogna aspettare l'11' quando Barreto tenta la conclusione ma viene chiuso bene da un Micai attento. La reazione del Palermo arriva solo al 20', quando Bollino dal limite lascia partire un sinistro che si spegne alto sopra la traversa. Da qui rosanero migliori rispetto ai laziali che subiscono l'inventiva di Bollino e la fisicità del "piccolo" Verdun. Nonostante il Palermo crei tanto, i rosa non riescono a trovare la via del gol nei primi 45' minuti, prima frazione che si chiude con la Lazio in avanti; biancocelesti che rischiano di trovare il vantaggio con il solito Barreto, ma a due passi dalla porta difesa dall'estremo difensore sicilianoKosnic è bravo a chiudere tutto in angolo.

SECONDO TEMPO: parte bene il Palermo che già dopo 5' dall'inizio del secondo tempo trova la sua prima conclusione: è Verdun il protagonista con un pallonetto di testa che esce di poco alto. Un minuto più tardi a passare è la Lazio, che trova il vantaggio con Barreto dopo un'inspiegabile svarione da parte della retroguardia siciliana. Il Palermo non ci sta e così alza il ritmo e i biancocelesti iniziano a soffrire. Al 60' è il centrale Kosnic ad andare vicino al pareggio, ma questo non viene agguantato. Passano cinque minuti è il Palermo è di nuovo avanti con De Vita, subentrato a Vassallo: la sua conclusione finisce in rete ma il gol viene annullato per netto fuorigioco. Due minuti ed è ancora la compagine rosanero ad andare vicina al gol: Bollino tenta di superare in uscita l'estremo difensore biancoceleste Carfagna, ma questo è bravo ad intervenire sul pallone evitando così un possibile calcio di rigore., chiesto comunque a gran voce dai palermitani. Al 72' Malele sostituisce uno spento Zerbo, è subito si vede che la scelta del duo Capodicasa - Beggi è azzeccata: l'angolano da subito vivacità al reparto avanzato siciliano e da lui parte l'azione del possibile pareggio, ma Sanseverino spreca clamorosamente tutto solo davanti al portiere. Il Palermo è vivo e merita nettamente il gol del pareggio. Questo però arriva solo all'86' quando Silvestri batte Scarfagna di testa dopo un cross preciso di Verdun. Al 91' i baby rosanero possono trovare il vantaggio, ma De Vita s'intestardisce e la retroguardia avversaria spazza. Un minuto più tradi la formazione di Bollini può chiudere il match ma De Frencesco tutto solo davanti a Micai calcia fuori clamorosamente. L'estremo  difensore siciliano tiene in vita i suoi nei secondi finali evitando così un tracollo immeritato, ma la sua grande prova non serve a nulla il match si chiude sull'1 - 1.

Termina qui l'avventura dei baby rosanero alla 64° edizione della Vireggio Cup, nota come "Coppa Carnevale". Possono ritenersi soddisfatti i tecnici Capodicasa e Beggi, che in attesa dell'ultimo scontro contro il Sassuolo, (che non servirà a fini della classifica ndr)hanno comunque visto una squadra fatta da ragazzi capaci di non mollare mai e di lottare sino all'ultimo. Adesso, il 25 febbraio, si ritorna al campionato. I baby rosanero ospiteranno al "Cus" di via Altofonte la Juve Stabia nel match valevole per la 18^ giornata del campionato di Primavera Tim - "Trofeo Giacinto Facchetti". 

IL TABELLINO:

PALERMO (4-3-3): Micai; Caputo, Kosnic, Silvestri, Di Chiara; Cristofari (dal 76'  Rojas), Vassallo (dal 62' De Vita), Sanseverino; Bollino, Verdun, Zerbo (dla 72' Malele).

A disp.: Patania, Vitale, Aquino, Cerniglia, Monteleone, Arzamendia.

All.: Capodicasa.

LAZIO (4-3-3): Scarfagna; Vilkaitis, Sbraga, Serpieri, Ilari (dal 40´ Marin); Sallustri, Cataldi, Cilfone; Emmanuel (dal 90' Tira ), Vivacqua, Barreto (dall' 82' De Francesco).A disp.: Mosciatti, Andreoli, Dene, Fagioli, Marin Vladut, Monteforte, Rosario.

All.: Bollini.

ARBITRO: Armando Gentile di Lodi

ASSISTENTI: Antonio Donvito di Monzza e Angelo Romano di Milano.

MARCATORI: al 62' Barreto, all'87' Silvestri

NOTE: Ammoniti Serpieri (L), Di Chiara (P), Zerbo(P), Vivacqua (L), Silvestri (P), Malele (P), Salustri (L). 


Marcello Provito 09/02/2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti Articoli correlati
Golsicilia.it © 2014 Testata giornalistica telematica sportiva registrata presso il Tribunale di Palermo con pratica n.6 del 03/02/2010 e il Registro operatori della comunicazione con pratica n.20399
Direttore responsabile Dario Li Vigni  –   Edito dalla Montalbano editore di David Montalbano - via Cortigiani, 19 – 90135 Palermo – P.I. : 02582420846
Ricambi per moto e abbigliamento per bikers low costStampa digitale grande formato, banner, insegne, cartelloni, gonfaloni e tanto altro